Tu sei qui

Aggiornato il: 28 Maggio 2019

Responsabile tecnico

Avviso Responsabile tecnico: si informa che con il giorno 16/10/2022 scade il regime transitorio. Pertanto potrà svolgere il ruolo di Responsabile tecnico solo chi sarà  in possesso dell’idoneità prevista o dell’attestazione di dispensa!

Responsabile tecnico
Le imprese e gli enti che fanno richiesta di iscrizione all’Albo nazionale dei gestori ambientali nelle categorie 1 – 4 – 5 – 6 -8 – 9 – 10  devono nominare almeno un Responsabile tecnico il cui compito è quello di porre in essere azioni dirette ad assicurare la corretta organizzazione dei rifiuti e di vigilare sulla corretta applicazione della normativa vigente. In questa sezione illustreremo alcuni degli aspetti principali della figura del Responsabile tecnico i cui compiti sono definiti con Deliberazione del Comitato Nazionale n. 1 del 23 gennaio 2019 (vedi fondo pagina)

Requisiti minimi per categoria e classe di iscrizione
Il Responsabile tecnico deve essere in possesso di determinati requisiti tecnici in funzione della categoria e classe di iscrizione (vedi a piè di pagina nella sezione Allegati la tabella dedicata), e dei seguenti requisiti soggettivi (comuni a tutte le categorie di iscrizione):

  • non deve trovarsi in stato di interdizione o inabilitazione ovvero di interdizione temporanea dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese;
  • non deve avere riportato condanna passata in giudicato, come da D.M. n. 120/2014, articolo 10, c.4, lettera d;
  • non deve avere nei loro confronti le cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui al D. lgs. n.159/2011, articolo 67;
  • non deve avere reso false dichiarazioni nel fornire informazioni o compiuto falsificazioni nel fornire le informazioni richieste ai sensi del presente articolo.

Requisito di esperienza

  • Categorie 1,4,5,8

Ad esclusione della classe F e della classe E (limitatamente al trasporto di rifiuti non pericolosi) al responsabile tecnico è richiesto il requisito di esperienza acquisita come: legale rappresentante di impresa operante nel settore di attività per la quale si chiede l'iscrizione; responsabile tecnico o direttore tecnico operante nel settore di attività per la quale si chiede l'iscrizione; dirigente o funzionario direttivo tecnico con responsabilità inerenti il settore di attività per le quali si chiede l'iscrizione; dipendente nell'affiancamento al responsabile tecnico (vedi "Affiancamento"). 

  • Categoria 9

Ad esclusione della classe E, al responsabile tecnico è richiesto il requisito di esperienza comprovata con idonee attestazioni di esecuzione di interventi di bonifica rilasciate dal committente o dalla stazione appaltante, per un importo complessivo pari ad almeno il 40% del limite inferiore della classe richiesta per l’iscrizione.

  • Categoria 10

Ad esclusione della classe E, al responsabile tecnico è richiesto il requisito di esperienza comprovata da copia autentica dei piani di lavoro inviati alle Aziende sanitarie locali o della notifica preliminare.

Affiancamento
L'attività di affiancamento deve essere comunicata alla Sezione competente mediante la presentazione di un’istanza telematica preventiva (non è previsto il riconoscimento di periodi antecedenti la comunicazione stessa) assoggettata all’imposta di bollo e diritti di segreteria. In caso variazione del legale rappresentante o del responsabile tecnico, se interessati a proseguire l'affiancamento  è necessario trasmettere nuova comunicazione telematica entro 30 giorni. A piè di pagina è scaricabile il modulo "Modulo di richiesta affiancamento Responsabile tecnico".

Verifiche di idoneità
Il Responsabile tecnico deve essere in possesso di un’idoneità all’esercizio del ruolo attestata mediante una verifica iniziale della sua preparazione e, con cadenza quinquennale, mediante verifiche volte a garantire il necessario aggiornamento.

  • Verifica iniziale

La verifica si svolge mediante prova scritta a quiz con 80 domande a risposta multipla (40 del modulo obbligatorio e 40 del modulo specialistico). Il tempo a disposizione per rispondere è di 120 minuti. Il punteggio minimo previsto per il superamento della prova è 32 punti nel modulo obbligatorio e 34 punti per quello specialistico. I candidati che non abbiano superato la prova possono ripeterla dopo che siano trascorsi almeno 60 giorni dalla comunicazione dell'esito negativo. I candidati assenti alla prova non sono soggetti a tale vincolo.

  • Verifica di aggiornamento

La verifica di aggiornamento è prevista dopo 5 anni dalla data di superamento della verifica iniziale. Tale verifica può essere sostenuta a partire da un anno prima della scadenza del quinquennio. Per il superamento della prova sono richiesti almeno 28 punti nel modulo obbligatorio e 30 punti in quello specialistico.

  • Link utili

Calendario degli esami | Modalità di svolgimento delle verifiche | Argomenti delle verifiche | Quiz: modulo obbligatorio; modulo categoria 1,4,5; modulo categoria 8; modulo categoria 9; modulo categoria 10

Modalità di iscrizione alle verifiche
L'iscrizione alle verifiche di idoneità avviene in via telematica dal sito dell’Albo accedendo, dopo la registrazione, alla funzione Calendario Esami:

  • selezionare il modulo relativo alla Categoria in cui ci si intende iscrivere;
  • scaricare il modello di domanda da compilare e sottoscrivere con firma autografa;
  • allegare il modello di domanda assieme a una copia del documento di identità e una copia del versamento di 106 euro di cui 90 euro per contributo e 16 euro di marca da bollo.

Il pagamento, da effettuarsi con causale di versamento “Iscrizione verifica Responsabile tecnico”  può essere eseguito con bonifico bancario  presso l’Istituto cassiere Banca Popolare di Sondrio S.c.p.A IBAN IBAN IT07D0569601800000003201X56, con bollettino postale di versamento sul conto corrente postale n. 282384 intestato alla camera di Commercio di Trento oppure con la piattaforma di pagamento PagoPa.

Dispensa dalle verifiche
È dispensato dalle verifiche il legale rappresentante dell'impresa che abbia ricoperto o ricopra contemporaneamente anche il ruolo di Responsabile tecnico da almeno 20 anni nello stesso settore di attività. Sono consentite interruzioni intermedie, non intervenute nell'ultimo anno, uguali o inferiori al venti per cento dei 20 anni (massimo 4 anni). Tali interruzioni sono consentite sia nel ruolo di responsabile tecnico che in quello di legale rappresentante dell'impresa. Per la Sezione di Trento la richiesta di dispensa, in marca da bollo,  deve essere trasmessa all’indirizzo di PEC albogestori.trento@pec.it tramite la compilazione della

  • Responsabile tecnico: Modulo A - Domanda di dispensa dalle verifiche di idoneità (scaricabile a piè di pagina)
  • Responsabile tecnico: Modulo B - Dichiarazione di atto notorio (scaricabile a piè di pagina)

A seguito dell’esito positivo della domanda la Sezione rilascerà l’attestato di esonero.

Normativa

D.M. 120/2014 - Regolamento dell’Albo nazionale dei gestori ambientali

Deliberazione n. 6/2017 - Requisiti del Responsabile tecnico

Deliberazione n. 7/2017 - Criteri e modalità di svolgimento delle verifiche – Esonero

Circolare n. 59/2018 – Applicazione requisiti responsabile tecnico

Deliberazione n. 1/2019 - Compiti e responsabilità del Responsabile tecnico

Contatti: 
Ti è stata utile questa pagina?: