Tu sei qui

Aggiornato il: 3 Maggio 2021

Deposito bilanci

Deposito bilanci - Camera di Commercio di Trento

ATTENZIONE! Si informano gli utenti che nel corso dell'emergenza sanitaria COVID-19 l'accesso a tutti gli uffici camerali è subordinato alla prenotazione di un appuntamento (vedi "contatti" a fondo pagina) e al rispetto delle norme sul contenimento del contagio che prevedono, fra l'altro, l'assenza di sintomi febbrili o influenzali, l'uso corretto della mascherina e la limitazione della permanenza all'interno degli uffici al tempo strettamente necessario per gli adempimenti.

Sono soggetti obbligati al deposito del bilancio presso le Camere di Commercio le società per azioni (SpA), le società in accomandita per azioni (Sapa), le società a responsabilità limitata (Srl), le società cooperative e loro consorzi, i consorzi fidi, i consorzi con attività esterna, le società consortili, le mutue assicuratrici, i gruppi europei di interesse economico (GEIE), gli enti autonomi lirici, le istituzioni concertistiche trasformate in fondazioni di diritto.

Sono soggetti che non depositano il bilancio presso le Camere di Commercio le imprese individuali, le società semplici, le società di fatto e le società di persone (per queste ultime occorre ricordare che se i soci illimitatamente responsabili sono società per azioni, società in accomandita per azioni o società a responsabilità limitata è necessario redigere e depositare il bilancio consolidato).

Si informa che l’Ufficio, per ragioni organizzative connesse all’elevato numero di pratiche presentate in questo periodo, non potrà accogliere richieste di caricamento urgente, di apertura di correzione o annullamento di pratiche di bilancio.

Guide e istruzioni operative per la presentazione dei bilanci

Dall’1 ottobre 2020 non è più possibile utilizzare il modello “Procura speciale” per il deposito delle pratiche telematiche relative ai bilanci d’esercizio. Di conseguenza le domande di deposito dei bilanci e i relativi allegati dovranno essere firmati digitalmente dai soggetti obbligati (amministratori e liquidatori) o, in alternativa, dai professionisti iscritti nell’Ordine dei Dottori commercialisti ed esperti contabili, come previsto dall’art. 31, commi 2 quater e 2 quinquies, della Legge n. 340/2000.

Si raccomanda di seguire scrupolosamente le istruzioni contenute nel manuale operativo di Unioncamere (in particolare per quanto riguarda le dichiarazioni di conformità da apporre in calce ai documenti), al fine di presentare le domande in modo corretto e consentire all’Ufficio una rapida istruttoria ed evasione delle domande stesse.
Le medesime istruzioni sono anche pubblicate nelle schede operative del SARI (sezione bilanci e relative schede di approfondimento).

Corso deposito bilancio 2021

Formazione online

La Camera di Commercio, in collaborazione con Accademia d’Impresa e Università di Trento, mette a disposizione gratuitamente degli utenti interessati uno spazio formativo e informativo online (“Comunità online”), dove sono fruibili contenuti e materiali per la corretta predisposizione ed invio della pratica telematica di deposito del bilancio. Per accedere alla piattaforma è necessario compilare la scheda di adesione online dal sito di Accademia d’Impresa.  

Sul sito registroimprese.it è disponibile un video tutorial sulla modalità semplificata di deposito (“bilanci online”), utilizzabile nella maggior parte dei casi, tranne quando è necessario allegare un nuovo elenco soci.

Novità 2021

Tutte le informazioni necessarie per la predisposizione e l’invio delle pratiche telematiche di deposito del bilancio sono disponibili sulla nuova piattaforma SARI – Supporto Specialistico Registro delle Imprese, attraverso la quale è possibile richiedere anche l’assistenza di un operatore.

Dall’1 ottobre 2020 non è più possibile utilizzare il modello “Procura speciale” per il deposito delle pratiche telematiche relative ai bilanci d’esercizio. Di conseguenza le domande di deposito dei bilanci e i relativi allegati dovranno essere firmati digitalmente dai soggetti obbligati (amministratori e liquidatori) o, in alternativa, dai professionisti iscritti nell’Ordine dei Dottori commercialisti ed esperti contabili, come previsto dall’art. 31, commi 2 quater e 2 quinquies, della Legge n. 340/2000. Si raccomanda di seguire scrupolosamente le istruzioni contenute nel manuale operativo di Unioncamere (in particolare per quanto riguarda le dichiarazioni di conformità da apporre in calce ai documenti), al fine di presentare le domande in modo corretto e consentire all’Ufficio una rapida istruttoria ed evasione delle domande stesse. Le medesime istruzioni sono anche pubblicate nelle schede operative del SARI (sezione bilanci e relative schede di approfondimento).

Per l'anno 2021 la situazione patrimoniale dei consorzi e dei contratti di rete deve essere depositata al Registro Imprese entro lunedì 1 marzo 2021 (ultimo giorno utile per il deposito).

L’art. 3, comma 6, del D.L. n. 183/2020 (come modificato dalla legge di conversione 26 febbraio 2021, n. 21) ha prorogato l’efficacia dell’art. 106 del D.L. n. 18/2020, che prevede la possibilità di convocare le assemblee di approvazione dei bilanci entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio, in deroga a quanto previsto dagli artt. 2364, comma 2, e 2478 bis del codice civile o alle diverse disposizioni statutarie. Tale disposizione si applica alle assemblee tenute entro il 31 luglio 2021 e non vale per il deposito delle situazioni patrimoniali di consorzi e contratti di rete.

A seguito della pubblicazione del Decreto ministeriale 4 luglio 2019 (Gazzetta Ufficiale del 9 agosto 2019) contenente le “Linee guida per la redazione del bilancio sociale, tutte le imprese sociali iscritte nella relativa sezione speciale (comprese le cooperative sociali) sono tenute a depositare il bilancio sociale (in aggiunta al bilancio d’esercizio). Per maggiori approfondimenti consultare il manuale al paragrafo 4.2.2 (aggiornato nel "Manuale operativo per il deposito bilanci al Registro delle imprese - versione 29 marzo 2021") o la Scheda SARI>>> 

Modalità di predisposizione, trasmissione del bilancio e modulistica

Il deposito del bilancio non rientra tra gli adempimenti compresi nella Comunicazione Unica; gli stessi, pertanto, devono essere inviati con il sistema TYCO oppure con Bilanci online o DIRE.
A partire dal 28 aprile 2021 è disponibile il nuovo servizio DIRE >>> anch’esso interamente su browser come Bilanci Online e che non richiede nessuna installazione (come oggi richiesto da Fedra o da altri software analoghi). DIRE consente sia di compilare le pratiche che spedirle; per l’utilizzo è necessario essere utenti Telemaco. 
Per il momento DIRE consente di depositare esclusivamente bilanci con riconferma dell'elenco soci dell'anno precedente (S.p.A., S.A.p.A., S.C.p.A.) o bilanci che non necessitano di presentazione dell’elenco soci.
Nel caso in cui debba essere presentato anche l’elenco soci, è necessario utilizzare Fedra Plus o altri software.

Le tassonomie attualmente in vigore per il deposito dei bilanci d’esercizio e dei bilanci consolidati nel formato XBRL al Registro delle imprese sono le seguenti:
•    la tassonomia Principi Contabili Italiani 2018-11-04, per i bilanci redatti secondo le regole civilistiche post D.lgs. 139/2015 ossia relativi a esercizi iniziati il 1° gennaio 2016 o in data successiva;
•    la tassonomia Principi Contabili Italiani 2015-12-14, per i bilanci redatti secondo le regole civilistiche ante D.lgs. 139/2015 ossia relativi a esercizi iniziati prima del 1° gennaio 2016.

Per approfondimenti sulle tassonomie si veda lo schema riassuntivo di pagina 9 del Manuale operativo 2021 ed i seguenti riferimenti:
•    Registroimprese.it: www.registroimprese.it/deposito-bilanci / bilanci XBRL - informazioni e strumenti per la gestione di un bilancio in formato XBRL.
•    Telemaco:  sezione invio bilanci / strumenti XBRL / Tutti gli strumenti utili per gestire il bilancio
•    Sito istituzionale XBRL ITALIA: http://it.xbrl.org/xbrl-italia/tassonomie/

Chi può firmare la domanda di deposito di bilancio

La domanda di deposito del bilancio deve essere firmata digitalmente da uno dei soggetti sottoelencati:

  • da un amministratore o dal liquidatore della società;
  • dal professionista incaricato ai sensi dell’articolo 31, commi 2 quater e 2 quinquies della Legge 24 novembre 2000, n. 340 ;

La pratica potrà essere inviata anche dall’intermediario (es. associazioni, agenzie, professionisti in genere),  che non potrà però qualificarsi come «procuratore» nel campo “dichiarante” della distinta, ma dovrà firmare digitalmente la distinta solo nel caso in cui indichi, in fase di spedizione della pratica nel campo «e-mail di riferimento per la pratica», la sua casella di posta elettronica per la comunicazione degli esiti della domanda.

Costi

I diritti di segreteria dovuti per il deposito dei bilanci d’esercizio (ed eventuali loro rettifiche) sono i seguenti:

  • per tutte le società: Euro 62,70
  • per le cooperative sociali: Euro 32,70

L’importo relativo all’imposta di bollo è pari ad € 65,00; sono esenti dal pagamento le cooperative sociali.

Le Start up Innovative e gli Incubatori Certificati sono esenti dal pagamento dei diritti di segreteria e dall'imposta di bollo.

Per le PMI innovative, iscritte nell’apposita sezione speciale PMI innovativa, il deposito del bilancio è soggetto al pagamento dei diritti di segreteria di € 62,70; è invece esente dall’imposta di bollo, per i primi 5 anni dall’iscrizione nella sezione speciale del Registro delle imprese.

Termini 

Il bilancio e l’eventuale elenco soci (nel caso di SPA e SAPA), devono essere depositati presso il Registro delle imprese entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio stesso, ai sensi dell’art. 2435 del Codice civile.
Quando il termine cade di sabato o di giorno festivo, esso è prorogato al primo giorno lavorativo successivo (art. 3 del DPR n. 558/99).

Sanzioni

In caso di ritardato o omesso deposito del bilancio di esercizio, la sanzione ammonta a:

  •  € 91,56 se il bilancio è depositato ENTRO 30 GIORNI successivi alla scadenza
  •  € 274,66 se il bilancio è depositato OLTRE 30 GIORNI successivi alla scadenza

In caso di ritardato o omesso deposito dell’elenco soci, la sanzione ammonta a:

  •  € 68,66 se il bilancio è depositato ENTRO 30 GIORNI successivi alla scadenza
  • € 206,00 se il bilancio è depositato OLTRE 30 GIORNI successivi alla scadenza

Le sanzioni si applicano a tutti gli amministratori o liquidatori delle società.

Per ulteriori informazioni sulle sanzioni consultare la pagina dedicata.

Contatti: 

Registro delle Imprese

Trento: via Calepina, 13
Rovereto: via Zeni, 8 c/o Trentino Sviluppo Spa

Tel 
0461-887111 (Trento); 0464-443248 (Rovereto); contact center 199-509922 (da lun. a ven: 9-13; 14-17)
Orari 

Per accedere ai servizi allo sportello del Registro delle imprese e dell’Albo delle imprese artigiane è necessario prendere un appuntamento ai seguenti link

Per ulteriori informazioni sono disponibili:

  • la piattaforma di consultazione e informazione online per gli adempimenti nei confronti del Registro delle imprese SARI - Supporto Specialistico Registro Imprese;
  • il contact center: 199-509922 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00;
  • il contatto diretto con l’ufficio di Trento al n. 0461-887111 (dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00) e con l’ufficio di Rovereto al n. 0464 443248 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00).
Ti è stata utile questa pagina?: