Tu sei qui

Aggiornato il: 1 Agosto 2017

Diritto annuale 2017

La misura del diritto annuale 2017 è invariata rispetto all’anno 2016, per effetto del combinato disposto del D.L. n. 90/2014, che prevede la riduzione del 50% degli importi previsti dal D.M. 21/4/2011, e del D.M. 22/5/2017 che prevede la maggiorazione del 20% per la realizzazione di progetti strategici.

Tipologia di impresa Importi 2017 Unità locale
Imprese individuali iscritte in sezione speciale Euro  52,80
arr. Euro  53,00
Euro  10,56
arr. Euro  11,00
Imprese individuali iscritte in sezione ordinaria Euro 120,00 Euro  24,00
Società semplici agricole Euro  60,00 Euro  12,00
Società semplici non agricole Euro 120,00 Euro  24,00
Società tra professionisti (art. 16 comma 2, d.lgs. 90/2001) Euro 120,00 Euro  24,00
Soggetti iscritti al REA Euro  18,00  
Imprese iscritte durante l'anno in sezione ordinaria Euro 120,00  
Unità locali o sedi secondarie di impresa con sede principale all'estero Euro  66,00 Euro  24,00
Imprese già iscritte in sezione ordinaria In base agli scaglioni di fatturato
L'importo va ridotto del 40%
20% del dovuto per la sede principale
fino ad un massimo di Euro 120,00 per UL

Per tutte le imprese iscritte nella Sezione Ordinaria del Registro Imprese (tranne le imprese individuali che versano in misura fissa) l’importo da versare si ottiene applicando al fatturato complessivo IRAP realizzato nel 2016 (modello IRAP 2017) la misura fissa e le aliquote riportate nella sottostante tabella. Il diritto da versare si determina sommando gli importi dovuti per ciascun scaglione, considerando la misura fissa e le aliquote per tutti i successivi scaglioni fino a quello nel quale rientra il fatturato complessivo realizzato dall’impresa:

Da Euro A Euro Aliquote %
0 100.000 Euro 200,00 (misura fissa)
100.000 250.000 0,015%
250.000 500.000 0,013%
500.000 1.000.000 0,010%
1.000.000 10.000.000 0,009%
10.000.000 35.000.000 0,005%
35.000.000 50.000.000 0,003%
50.000.000   0,001% (fino ad un massimo di Euro 40.000,00)

L’importo quantificato secondo il procedimento sopra descritto, va ridotto del 50% a norma del D.L. n.90/2014 e successivamente aumentato del 20%.

In sostanza, l’importo da versare si otterrà riducendo del 40% la somma ottenuta, arrotondandola all’unità di euro. In tutti i calcoli intermedi, si devono mantenere 5 cifre decimali. L’importo che si versa, invece, è arrotondato all’unità di euro.

Le imprese che, entro la data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del D.M. 22 maggio 2017 (28.06.2017),  hanno già provveduto al versamento del diritto annuale 2017 senza la maggiorazione del 20%, potranno effettuare il conguaglio entro il entro il 30 novembre 2017 (termine di cui all’art. 17, comma 3, lett. b), D.P.R. n. 435/2001).

Per il calcolo è disponibile un agile foglio di calcolo (.xls).

Per maggiori informazioni e per pagare online il diritto annuale consulta il sito web dedicato: http://dirittoannuale.camcom.it/

PROROGA SCADENZA DIRITTO ANNUO 2017
Con nota 31 luglio 2017 il Ministero dello Sviluppo Economico ha esteso anche per il diritto annuale la proroga delle scadenze differite dal DPCM del 20 luglio 2017.
Pertanto i contribuenti titolari di reddito d’impresa potranno effettuare il versamento del diritto annuale entro il 20 luglio 2017 senza alcuna maggiorazione oppure dal 21 luglio al 21 agosto 2017 maggiorando le somme  da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo
I soggetti only Rea non rientrano nella casistica individuata dalla norma e pertanto per tali soggetti rimane confermata la scadenza del 30 giugno 2017, con la possibilità di effettuare il versamento del diritto annuale entro il 31 luglio 2017 con la maggiorazione dello 0,40%.

Contatti: 

Diritto annuale

Via Calepina 13 - II piano
38122 Trento

Tel 
0461 887225 - 233
Orari 

dal lunedì al venerdì 8.30-12.15
giovedì 8.30-12.15 e 15.00-16.00

Ti è stata utile questa pagina?: