Tu sei qui

Aggiornato il: 16 Luglio 2019

Indicatore di tempestività dei pagamenti

In questa sezione vengono pubblicati i dati relativi all'indicatore di tempestività dei pagamenti e all'ammontare complessivo dei debiti dell'Ente camerale, ai sensi dell'art. 33 del D.Lgs. 33/2013, come recepito dalla L.R. 10/2014 e ss.mm.

Indicatore di tempestività dei pagamenti
L'indicatore di tempestività dei pagamenti è calcolato  secondo la formula prevista dall'articolo 9 del D.P.C.M. 22 settembre 2014 (sommatoria dei giorni intercorrenti fra la data di scadenza della fattura e la data di pagamento * importo pagato / sommatoria di tutti gli importi pagati).

Tale indicatore esprime il «ritardo» medio intercorrente tra la data di pagamento e la data di scadenza della fattura (30 giorni o diverso termine previsto dal contratto):
> SE POSITIVO : significa che l'amministrazione paga le fatture in ritardo rispetto alla scadenza;
> SE NEGATIVO : significa che l'amministrazione paga le fatture in anticipo rispetto alla scadenza.

Di seguito si riporta il valore dell'indicatore di tempestività dei pagamenti della Camera di Commercio di Trento, suddiviso per anno e per trimestre di riferimento:

Anno I Trimestre II Trimestre III Trimestre IV Trimestre Annuale
2019 - 23,14 gg - 25,18 gg      
2018 - 18,05 gg - 21,84 gg - 30,01 gg - 29,73 gg - 23,85 gg
2017 - 28,17 gg - 23,29 gg - 20,65 gg - 36,92 gg - 27,83 gg
2016 - 22,75 gg - 21,30 gg - 20,15 gg -  21,72 gg - 21,41 gg
2015 - 14,73 gg - 20,19 gg - 15,87 gg -  24,15 gg - 18,22 gg
2014         - 4,29 gg

Anteriormente al 2014 l'indicatore veniva invece calcolato, su base annuale, come media dei giorni intercorrenti tra la ricezione della fattura e la data di pagamento ai fornitori. Il valore di tale indicatore relativo all'anno 2013 era pari a 30,40 giorni.

Ammontare complessivo dei debiti
Ai sensi del combinato disposto dell'art. 33 del D.Lgs. 33/2013 e dell'art. 1, comma 867 della legge 145/2018, si riportano di seguito l'ammontare complessivo del debito scaduto e il numero delle imprese creditrici, suddivisi per annualità e trimestre di riferimento.

Anno 2019

Periodo di riferimento Ammontare complessivo del debito scaduto Numero di imprese creditrici
Debito residuo al 31.12    
Debito residuo al 30.09    
Debito residuo al 30.06 10.210,40 Euro (IVA inclusa) 2
Debito residuo al 31.03 3.260,62 Euro (IVA inclusa) 5

Anno 2018

 Periodo di riferimento  Ammontare complessivo del debito scaduto  Numero di imprese creditrici
Debito residuo al 31.12 5.460,20 Euro (IVA inclusa)
(-41,00 Euro per note di credito da incassare)
1
Debito residuo al 30.09 836,22 Euro (IVA inclusa) 2
Debito residuo al 30.06 10.273,40 Euro (IVA inclusa) 1
Debito residuo al 31.03 23.276,16 Euro (IVA inclusa) 11

Anni precedenti

Per le annualità precedenti si riportano i dati a suo tempo pubblicati, riportanti su base annua l'ammontare complessivo del debito, sia scaduto che non scaduto ed il numero di imprese creditrici.

Anno 2017
Ammontare complessivo del debito al 31.12: Euro 167.454,01 
Numero imprese creditrici: 67

Anno 2016
Ammontare complessivo del debito al 31.12: Euro 677.147,02 
Numero imprese creditrici: 147

Ti è stata utile questa pagina?: