Tu sei qui

Aggiornato il: 3 Luglio 2020

Iban e pagamenti informatici

Pagamenti da parte di altre Pubbliche Amministrazioni 

Dal 1 febbraio 2015, in base alla Legge di Stabilità, le Camere di Commercio sono soggette al regime di Tesoreria Unica presso la Banca d’Italia. Pertanto, per i versamenti a favore della CCIAA di Trento da parte delle amministrazioni dello Stato o di altri Enti Pubblici titolari di conti presso la Banca d'Italia, il codice di tesoreria unica da utilizzare è il seguente: 319314

IBAN IT28V0100003245211300319314

Pagamenti da parte degli Utenti

I servizi camerali erogati online attraverso i portali registroimprese.it, telemaco.infocamere.it, starweb.infocamere.it (visure, elenchi di imprese, estrazione atti e bilanci, invio pratiche telematiche Registro Imprese e Albo Artigiani, certificati di origine, ecc.) devono essere pagati con carta di credito o, se previsto, tramite IConto.
Il diritto annuale per le imprese già iscritte va versato con mod. F24 o in alternativa attraverso la piattaforma PagoPa dal sito: http://dirittoannuale.camcom.it .
Per le nuove iscrizioni e le aperture di unità locali il diritto annuale può essere versato contestualmente all'invio della pratica telematica.

Dal 1° luglio 2020 (salvo ulteriori proroghe) il pagamento di somme dovute alla Camera di Commercio di Trento non potrà più essere eseguito con bonifico bancario o bollettino di versamento conto corrente postale bensì utilizzando il sistema PagoPA, attraverso avvisi di pagamento PagoPA inoltrati dall’ente camerale all’Utente.

Una volta ricevuto l’avviso di pagamento PagoPA, l’utente sceglie la modalità di versamento preferita avendo la garanzia della rapidità e della piena trasparenza del pagamento stesso.

Restano ancora validi i pagamenti eseguiti con:

  • Contanti presso gli sportelli abilitati dell’ente camerale;
  • Bancomat o carta di credito presso gli sportelli abilitati dell’ente camerale.
  • Mod. F24 per il pagamento del Diritto Annuale;
  • Mod. F23 per il pagamento delle sanzioni del Registro delle imprese.

DATI PER LA FATTURAZIONE ELETTRONICA

Il Codice Univoco Ufficio è un'informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l’identificativo univoco che consente all’Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all’Ufficio destinatario.
Il Codice Univoco Ufficio della Camera di Commercio di Trento, al quale dovranno essere indirizzate le fatture elettroniche è il seguente:

Nome dell’Ufficio

Codice Univoco Ufficio

Ufficio ragioneria

63DMG2

Il codice CIG (codice identificativo di gara) e, se necessario il codice CUP (codice unico di progetto), vengono comunicati dall’Ente e devono essere riportati in fattura.

Si segnala inoltre che, tramite la piattaforma https://fattura-pa.infocamere.it è stato messo a disposizione delle piccole e medie imprese un supporto operativo per l'emissione e la gestione delle fatture elettroniche.

 

Ti è stata utile questa pagina?: