Tu sei qui

Aggiornato il: 4 Aprile 2016

Servizi per l'imprenditore

Tassidermia e imbalsamazione

La tassidermia è l’arte di impagliare gli animali, l’imbalsamazione è invece l’insieme delle tecniche volte ad evitare la decomposizione dei corpi dopo la morte. Lo svolgimento di tali attività è subordinato al possesso di determinati requisiti.

Avviare l’attività
La modalità di avvio dell’attività varia a seconda del possesso o meno di un valido titolo autorizzatorio:

  • se si è in possesso di un valido certificato autorizzatorio - rilasciato da autorità statale, regionale o delle Provincie di Trento e Bolzano - è sufficiente presentare la richiesta di atutorizzazione alla Provincia autonoma di Trento (per la procedura e la documentazione consulta il sito della PaT).
    L’attività può essere svolta dalla data di presentazione della domanda. Per la verifica dei requisiti la Pubblica amministrazione ha a disposizione 45 giorni dalla data di presentazione della domanda. Non sono previsti costi e scadenze per la presentazione della domanda.
     
  • se non si è in possesso di un valido certificato autorizzatorio, bisogna presentare la domanda di autorizzazione alla PaT e attendere la convocazione della Commissione. Non sono previsti termini per la presentazione della domanda. La Pubblica amministrazione avrà a disposizione 60 giorni per chiudere la pratica. Una commissione, costituita dalla Camera di commercio e composta da tecnici e da esperti del settore, esaminerà il richiedente che dovrà dimostrare una buona conoscenza faunistica e delle tecniche di tassidermia e di imbalsamazione.

Per informazioni e modulistica consulta il sito della Provincia o contatta il Servizio Industria Artigianato della Provincia autonoma di Trento.

Normativa
Legge provinciale 27 dicembre 1982, n. 32 avente per oggetto “Disciplina e regolamentazione dell’attività dei tassidermisti ed imbalsamatori”.

Contatti: 
Ti è stata utile questa pagina?: