Tu sei qui

Aggiornato il: 5 Dicembre 2018

Terzo trimestre 2018: dati congiunturali

Inviato da ctn0245 il 05/12/2018 - 11:12
Scenario complessivamente positivo

TRENTO, 5 dicembre 2018 - Nel corso del terzo trimestre 2018 il fatturato complessivo realizzato dalle imprese rientranti nell'indagine risulta aumentato del 3,8% rispetto allo stesso periodo del 2017. Tale variazione denota un leggero rallentamento dei ritmi di crescita che hanno caratterizzando la prima metà dell’anno (6,2% nel primo trimestre e 5,9% nel secondo) . La domanda interna mantiene un trend positivo. In particolare nel periodo in esame si riscontra una sostanziale uniformità di andamento tra il fatturato realizzato in provincia, che cresce del 4,7%, e quello realizzato sul resto del territorio nazionale, che aumenta del 4,2%. La dinamica delle esportazioni rallenta decisamente (+0,1%) e crea preoccupazione sulle prospettive di tenuta dell’attuale fase di crescita.

I settori che evidenziano le variazioni del fatturato più sostenute sono i servizi alle imprese (+8,2%), ma soprattutto l’estrattivo (11,3%) che, negli ultimi anni, si era caratterizzato per una profonda crisi strutturale e che invece quest’anno lascia intravvedere qualche segnale di recupero. I settori del commercio, sia all’ingrosso (+5,5%) sia al dettaglio (+5,1%), si segnalano per una dinamica simile e ampiamente favorevole, mentre i trasporti (+2,2%), il manifatturiero (+2,0%) e le costruzioni (+1,4%) propongono una variazione positiva, ma più contenuta. Rispetto ai due trimestri precedenti si segnala tuttavia in alcuni settori un rallentamento del tasso di crescita.

La variazione tendenziale del fatturato risulta in aumento per tutte le classi dimensionali considerate, ma si rafforza decisamente solo tra le imprese di media e grande dimensione.

L’occupazione evidenzia una crescita sostenuta (+2,0%) per il terzo trimestre consecutivo, pur caratterizzandosi per un lieve rallentamento. L’andamento occupazionale presso le unità di più piccola dimensione (fino a 10 addetti) è negativo (-0,8%), mentre risulta in decisa crescita tra le medie (tra 11 e 50) e le grandi imprese (oltre 50) con aumenti pari rispettivamente a +3,6% e a +3,9%.

La variazione tendenziale della consistenza degli ordinativi risulta moderatamente positiva (+3,0%). Gli ordini si contraggono presso le imprese più piccole, con 1-10 addetti, mentre risultano in crescita tra le medie e le grandi imprese.

Per approfondimenti si veda il materiale allegato a pié di pagina.

Ti è stata utile questa pagina?: 
No votes yet