Tu sei qui

Aggiornato il: 15 Gennaio 2018

MOSTRA | Luci e ombre del legno

Inaugurazione mostra
immagine statua moroder

TRENTO, 10 gennaio 2017 - Ogni anno, dal 2002, sull’altopiano del Tesino si celebra un simposio internazionale di scultura lignea che tra la fine di luglio e gli inizi di agosto richiama artisti da tutto il mondo. La competizione anima per una settimana le vie di Castello Tesino e delle frazioni circostanti. Incuriositi ed ammirati i turisti si affollano intorno ai grossi ceppi di legno dai quali piano piano le mani di abili artisti estraggono forme familiari o di fantasia. Selezionate da un apposito comitato tecnico – e premiate anche da una giuria popolare - le opere dei vincitori, insieme a quelle di uno scultore affermato, compongono, da dodici anni a questa parte, la mostra itinerante “Luci e ombre del legno”, che testimonia, nelle varie sedi italiane in cui fa tappa, il genio creativo dell’uomo e l’eccezionale versatilità della materia prima proveniente dai boschi trentini. La rassegna, che dal 13 gennaio al 17 febbraio sarà a Palazzo Roccabruna, è promossa dal Centro di documentazione del lavoro nei boschi di Castello Tesino. Essa si compone di ventuno opere - figure umane o fantastiche - che con note di forte intensità plastica raccontano l’immaginario artistico degli scultori. In mostra saranno presenti gli artisti premiati la scorsa estate: Alessandro Pretto di Valdastico (Vicenza), Lara Steffe di Moena (Trento), Aldo Pallaro di Piobino Dese (Padova) e l’iraniano Soheyl Bastami (Sari – Iran) A loro si affianca, come ormai tradizione, un maestro di affermata reputazione. Per quest’edizione la scelta è ricaduta su Paul Dë Doss - Moroder, uno dei più rappresentativi scultori regionali del ‘900. Per Palazzo Roccabruna la mostra rappresenta un’iniziativa preziosa per la valorizzazione di un artigianato ligneo che nei suoi esiti di punta assume il profilo di una vera e propria esplorazione artistica alla ricerca dell’intimo rapporto fra uomo, natura e territorio. Dalle montagne del Tesino la mostra “Luci e ombre del legno” si irradia nel resto del Paese in un percorso itinerante che ha come scopo quello di riunire in un’ideale staffetta espositiva spazi artistici e sedi istituzionali dove testimoniare la qualità della materia prima – il legno trentino – e il talento degli artisti.

 
La mostra che sarà inaugurata venerdì 12 gennaio alle ore 18 a Palazzo Roccabruna (ingresso libero), è organizzata dal Centro di Documentazione del Lavoro sui Boschi ed è resa possibile grazie al supporto attivo della Provincia autonoma di Trento, della Regione Trentino-Alto Adige, della Provincia autonoma di Bolzano, della Camera di Commercio di Trento, dei Comuni di Castello Tesino, Pieve Tesino, Cinte Tesino, Bieno, Castel Ivano, dell’APT Valsugana e della Galleria d’Arte Atrebates.

Ti è stata utile questa pagina?