Tu sei qui

Aggiornato il: 7 Aprile 2017

Inviato da ctn0137 il 05/04/2017 - 03:04
05 Aprile 2017
Dieci anni di co-manager
Conciliare impresa e maternità è possibile: protagonisti e protagoniste in 14 racconti

Il Registro provinciale Co-Manager è un servizio concreto e innovativo in grado di agevolare imprenditrici e professioniste che, per esigenze di gravidanza, maternità o cura dei familiari, scelgono di essere sostituite temporaneamente nel proprio ruolo gestionale. È anche un interessante strumento per creare lavoro flessibile e professionalizzante che prevede la definizione di una nuova figura, quella del co-manager. I candidati a svolgere questo tipo di supplenza, infatti, possono essere donne e uomini che vantino una solida esperienza lavorativa, competenze professionali specialistiche, ulteriormente affinate e certificate per poter svolgere al meglio questo nuovo incarico.

Il Protocollo per la gestione del Registro provinciale Co-Manager è stato sottoscritto per la prima volta nel gennaio 2007. L’inizio della sperimentazione risale però al 2010 e ha visto impegnati l’Assessorato provinciale alle pari opportunità, l’Associazione artigiani e Confesercenti del Trentino ai quali, nel 2012, si è affiancata Coldiretti del Trentino.

Nel 2015, con la firma di uno specifico protocollo, il progetto è stato successivamente condiviso da numerosi partner istituzionali tra cui il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile, soggetto attivo nel panorama dello sviluppo locale, istituito al fine di diffondere la cultura imprenditoriale presso le donne.

Quest’anno, in occasione del decennale della sua costituzione, la Provincia autonoma di Trento ha provveduto a pubblicare il libro “Co-economy – Nuovi paradigmi per mamme imprenditrici”, curato dalla giornalista Linda Pisani, che delinea un quadro completo dell’imprenditoria femminile in Trentino – attingendo ai dati dell’Ufficio studi e ricerche della Camera di Commercio –, racconta i primi dieci anni di storia dall’avvio del progetto e raccoglie 14 storie “a doppio binario” che raccontano cioè sia il punto di vista dell’imprenditrice, che ha fatto ricorso alla professionalità di un co-manager, sia di chi l’ha sostituita.

Ti è stata utile questa pagina?: 
3
Average: 3 (1 vote)