Tu sei qui

Aggiornato il: 18 Maggio 2018

Bollettini ingannevoli! Arrivano le sanzioni

 

 

Vi invitiamo a prestare la massima attenzione ai bollettini precompilati di pagamento, che nominano la Camera di Commercio e contengono:
 

  • richieste di iscrizione in elenchi, albi e registri che sembrano essere obbligatori (anche per marchi o brevetti);
  • richieste di adesione a servizi o portali;
  • generiche richieste di pagamento che apparentemente possano dare l'impressione di essere obbligatorie.

Si tratta di proposte commerciali, la cui adesione non è assolutamente obbligatoria e che sono del tutto estranee all'attività istituzionale della Camera di Commercio di Trento. Si raccomanda pertanto di prestare la massima attenzione prima di effettuare qualsiasi pagamento e di accertarsi dei contenuti effettivi del materiale pervenuto. Unioncamere in collaborazione con l'Autorità garante della concorrenza e del mercato promuove ogni anno una campagna per sensibilizzare il pubblico nei confronti del proliferare di proposte commerciali ingannevoli.

In caso di dubbio si suggerisce di consultare il VADEMECUM appositamente predisposto dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato oppure di rivolgersi alla propria Associazione di categoria o direttamente alla Camera di Commercio di Trento (tel. 0461 887111).
Si informa inoltre che il 28 marzo 2018, a conclusione dell'istruttoria, l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha comminato una sanzione di 500mila euro a una società responsabile di una pratica commerciale ingannevole consistente nella diffusione di bollettini di pagamento per convalidare la registrazione di marchi e brevetti presso un sedicente Ufficio italiano marchi. 

 


 

Ti è stata utile questa pagina?: 
3
Average: 3 (1 vote)