Tu sei qui

Aggiornato il: 9 Novembre 2017

Ambiente: Albo cat. 1, 4, 5

Immagine Albo gestori ambientali

Il Comitato Nazionale, ritenuto che le dotazioni minime di personale individuate nella precedenti disposizioni debbano tener conto delle inevitabili diversità riscontrabili sul territorio nazionale e al fine di non penalizzare le imprese  di piccole dimensioni, ha ridefinito i requisiti minimi relativi alla dotazione minima di personale e di mezzi richiesti per l’iscrizione nelle categorie 1,4 e 5.

Con l’adozione della delibera n. 8 del 12 settembre 2017 il Comitato Nazionale ha apportato delle modifiche alla precedente deliberazione n. 5 del 3 novembre 2016, considerato che in sede di prima applicazione di tale delibera sono emerse criticità in relazione ai nuovi requisiti individuati nell’allegato “A” . Inoltre, al fine di non penalizzare le imprese di piccole dimensioni il Comitato ha riconsiderato anche la dotazione minima di veicoli richiesta per l’iscrizione nelle classi F delle categorie 4 e 5.

A fronte delle segnalazioni di associazioni di categoria ed operatori economici di individuare all’interno della categoria 1 ulteriori sottocategorie riguardanti, rispettivamente, l’esercizio dell’attività di raccolta e trasporto dei rifiuti giacenti sulle aree e strade urbane di cui all’articolo 184, comma 2, lettera d), del D.Lgs. 152/06 e l’esercizio dell’attività di raccolta e trasporto dei rifiuti provenienti da aree e attività cimiteriali di cui al medesimo articolo 184, comma 2, lettere e) e f), del D.Lgs. 152/06 sono state ampliate alcune sottocategorie di attività.

Gli allegati A, B, C, D ed E della delibera 8/2017 sostituiscono rispettivamente:

  1. Allegato A alla delibera 5/2016 contenente i requisiti minimi per l’iscrizione nella categoria 1 “raccolta e trasporto di rifiuti urbani”. I nuovi requisiti mantengono invariata la dotazione minima di veicoli in relazione alla classe di appartenenza ma varia la dotazione di personale; la nuova dotazione non è più stabilita in misura fissa ma è calcolata secondo una formula che tiene conto anche del numero di operatori necessari per ciascun veicolo.

  2. Allegato C alla delibera 5/2016 contenente i requisiti minimi per l’iscrizione nella categoria 1 per “l’attività di spazzamento meccanizzato”. I nuovi requisiti mantengono invariata la dotazione minima di veicoli in relazione alla classe di appartenenza ma varia la dotazione di personale per le classi A e B. L’attività è rinominata “attività di spazzamento meccanizzato dei rifiuti di cui all’art. 184, comma 2, lettera c), D.lgs. 152/06”.

  3. Tabella D1 dell’allegato D alla delibera 5/2016 contenente i requisiti minimi per l’iscrizione nella categoria 1 per la “sottocategoria raccolta differenziata, rifiuti ingombranti e raccolta multimateriale”. Anche in questo caso si mantiene invariata la dotazione minima di veicoli in relazione alla classe di appartenenza ma varia la dotazione di personale; la nuova dotazione non è più stabilita in misura fissa ma è calcolata secondo una formula che tiene conto anche del numero di operatori necessari per ciascun veicolo. Restano salvi i criteri riguardanti la dotazione di veicoli stabiliti al punto 6 della circolare 229/2017.

  4. Tabelle D4 e D6 dell’allegato D alla delibera 5/2016. Con riferimento alla tabella D4 restano invariati i requisiti in termini di dotazione di veicoli e personale per la “sottocategoria raccolta e trasporto di rifiuti vegetali provenienti da aree verdi” ma si estende l’attività consentita alle raccolta e trasporto dei rifiuti provenienti da aree ed attività cimiteriali. La nuova sottocategoria è quindi denominata “raccolta e trasporto di rifiuti vegetali provenienti da aree verdi e rifiuti provenienti da aree e attività cimiteriali”.

Con riguardo alla tabella D6 i nuovi requisiti mantengono invariata la dotazione minima di veicoli in relazione alla classe di appartenenza ma varia la dotazione di personale per le classi A e B della “sottocategoria raccolta e trasporto di rifiuti giacenti sulle strade extraurbane e sulle autostrade”, e si estende l’attività alla raccolta e trasporto ai rifiuti giacenti sulle aree e strade urbane di cui all’articolo 184, comma 2, lettera d), del D.Lgs. 152/06. La nuova sottocategoria è quindi denominata “raccolta e trasporto di rifiuti giacenti sulle aree e strade urbane, extraurbane e autostrade di cui all’art. 184, comma 2, lettera d), D.lgs. 152/06”3.

  1. Allegato E alla delibera 5/2016 contenente i requisiti minimi per l’iscrizione nelle categorie 4 e 5. È rideterminata esclusivamente la dotazione minima di veicoli richiesta per l’iscrizione nelle classi F delle categorie 4 e 5.

La Delibera è entrata in vigore il 18 settembre 2017 secondo le indicazioni ricevute dalla segreteria del Comitato.

Ti è stata utile questa pagina?